Categorie
Bergamo

Atalanta: il Gewiss Stadium deve tornare a essere un fortino contro l’Udinese

Dopo le fatiche di Champions League e il sogno svanito di battere il Manchester United all’Old Trafford, l’Atalanta torna in campo domenica all’ora di pranzo contro l’Udinese. Nella sfida valida per la nona giornata di Serie A i nerazzurri vogliono riprendere subito la propria marcia verso la vetta, anche se l’ostacolo friulano è tutt’altro che semplice da superare.

Sulla carta il confronto con i ragazzi di Gotti vede la Dea favorita ma sappiamo che il campo spesso racconta un’altra storia. Tracciando un bilancio degli scontri diretti giocati in Serie A e B tra bergamaschi e bianconeri le statistiche parlano di 16 vittorie dell’Atalanta, 19 pareggi e 7 successi dell’Udinese. L’ultima sfida al Gewiss Stadium datata aprile 2021 è terminata 3-2 in favore dei padroni di casa. Alla doppietta iniziale di Muriel aveva risposto Pereyra. Ci aveva pensato Zapata a chiudere i giochi segnando il terzo gol e Stryger Larsen aveva realizzato il definitivo 3-2.

Se analizziamo il cammino degli uomini del Gasp notiamo che solo quattro dei quattordici punti totali in classifica sono stati conquistati davanti al pubblico orobico mentre i friulani in trasferta sono riusciti a ottenere quattro punti in tre gare (una vittoria, un pareggio e una sconfitta).

L’Atalanta nelle ultime uscite sta ritrovando la lucidità nel trasformare in gol la grande mole di gioco prodotta. Nonostante qualche infortunio di troppo che non permette al tecnico di schierare la formazione migliore, i bergamaschi sono riusciti a gonfiare la rete con nove giocatori diversi finora. Nel mirino adesso c’è l’Inter, prima in classifica in questa speciale classifica a quota undici.

Per quanto riguarda le scelte di formazione i nerazzurri hanno recuperato, almeno per la panchina Demiral. Il difensore turco uscito per infortunio mercoledì sera con lo United sembra essere ristabilito. A scopo precauzionale Gasperini potrebbe decidere di non farlo partire titolare nel pacchetto arretrato dove dovrebbero agire Lovato, De Roon e Palomino. Sulla linea dei centrocampisti Maehle, Freuler, Koopmeiners e Zappacosta. In avanti potrebbe ritrovare spazio Malinovskyi con Pasalic mentre Zapata sarà il terminale offensivo. Il colombiano sarà l’ex di turno insieme al portiere argentino Musso.

Dall’altra parte per provare a conquistare punti importanti in chiave salvezza Gotti schiererà Silvestri tra i pali, retroguardia composta da Becao, Nuytinck e Samir. Sulla mediana potrebbero agire Molina, Arslan, Walace, Makengo e Stryger Larsen, complice l’assenza per squalifica del giocatore più talentuoso Pereyra. In attacco out anche l’infortunato Deulofeu che lascerà il posto a Pussetto per sostenere Beto.

BergamoNews
Read More
Ti serve un trasloco in zona Bergamo? Trova i traslocatori migliori per ogni località cliccando qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *