Categorie
Bergamo

Italia, ora ci tocca il Belgio di Lukaku: venerdì sera il nostro quarto di finale

Sotto con il Belgio: dopo il brivido austriaco, l’Italia di Roberto Mancini dovrà recuperare energie e idee per il quarto di finale di Euro 2020 in programma venerdì sera alle 21. 

I Diavoli Rossi hanno regolato di misura il Portogallo di Cristiano Ronaldo, campione in carica, ma forse oggi fanno un po’ meno paura.

Perchè l’1-0 finale è il risultato dell’unico tiro in porta della squadra che al momento occupa la prima posizione del ranking mondiale: la sassata di Thorgan Hazard ha sorpreso difensori e portiere portoghese, regalando ai suoi l’accesso al turno successivo.

E perchè venerdì sera contro l’Italia il ct Martinez potrebbe non avere a disposizione Kevin De Bruyne ed Eden Hazard, la coppia di qualità che solitamente si destreggia alle spalle di Lukaku: il primo è stato toccato durissimo alla caviglia da un intervento da arancione di Palhinha, mentre il secondo ha accusato l’ennesimo fastidio muscolare delle ultime travagliate stagioni.

Entrambi sono da valutare, ma Roberto Mancini è spettatore interessato: non che manchino le alternative in casa belga, ma affrontare una squadra orfana di due dei suoi uomini chiave non sarebbe sicuramente un dispiacere per gli Azzurri.

Nella serata in cui tutti attendevano Lukaku e Ronaldo, a fare la differenza è stato il “piccolo” di casa Hazard: Thorgan, già decisivo nella fase a gironi, ha bucato Rui Patricio con un destro secco da lontano e sarà sicuramente uno dei giocatori per i quali la difesa italiana avrà un occhio di riguardo, insieme ovviamente all’interista Lukaku, pericolo pubblico numero uno.

Dopo un primo tempo a tinte rosse, nella ripresa si è svegliato anche il Portogallo che, sfruttando una difesa belga non sempre impeccabile (e qui l’Italia dovrà essere più brava dei lusitani), ha dato assalto alla porta di Courtois: Ronaldo, però, non è apparso in gran serata, se non per qualche calcio da fermo e un assist al bacio poi sprecato da Diogo Jota.

L’Italia dovrà essere più lucida negli ultimi 16 metri, perchè è vero che il Belgio concede qualcosa, ma come noi ha subito una sola rete nel suo cammino nella fase finale: l’incrocio è pericolosissimo, ma se si vuole puntare al bersaglio grosso bisogna fare i conti coi migliori.

 

BergamoNews
Read More
Ti serve un trasloco in zona Bergamo? Trova i traslocatori migliori per ogni località cliccando qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *